Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Club Dei Centurioni

I CENTURIONI: L’ESCLUSIVO CLUB DEI GIOCATORI CHE HANNO VESTITO LA MAGLIA DELLE ZEBRE RUGBY IN ALMENO 100 GARE UFFICIALI 

I CENTURIONI: L’ESCLUSIVO CLUB DEI GIOCATORI CHE HANNO VESTITO LA MAGLIA DELLE ZEBRE RUGBY IN ALMENO 100 GARE UFFICIALI 
L’esempio di perseveranza e determinazione, di attaccamento alla maglia e di etica del lavoro dei centurioni delle Zebre Rugby è motivo di orgoglio per tutta la grande franchigia federale che, ispirata da questi valori, guarda con fiducia al futuro del club e dell’intero movimento ovale italiano che intende rappresentare.

Una speciale targa comprendente i loro nomi e le rispettive presenze con le Zebre è presente nello Sky Box della tribuna nord dello Stadio Lanfranchi, casa delle Zebre sin dalla fondazione della franchigia nell’estate 2012. I tanti ospiti e partner del club che frequentano la sede della franchigia e che assistono alle partite internazionali allo Stadio Sergio Lanfranchi potranno così rendere omaggio a questi pilastri della squadra gialloblù.
Il club dei centurioni delle Zebre Rugby in ordine cronologico di raggiungimento del traguardo delle 100 presenze in gara ufficiale nello United Rugby Championship e nelle Coppe Europee.
A fianco il proprio club di appartenenza attuale:

Andrea De Marchi

Andrea De Marchi
Andrea De Marchi, nativo del trevigiano, è cresciuto nel Benetton; nel 2007 ha esordito nel campionato Pro D2 francese con la maglia del Mont-de-Marsan in un torneo che si è risolto con la promozione nel Top 14; dal 2008 di nuovo in Italia, ha esordito nel Super 10 con la maglia del Rovigo

Nel settembre 2009 il C.T. della Nazionale italiana Nick Mallett ha inserito De Marchi tra i convocati al raduno di preparazione dei test match autunnali che videro l'Italia contrapposta a Nuova Zelanda, Sudafrica e Samoa.

Per la stagione 2010-11 fu ingaggiato dagli Aironi, la neonata franchigia italiana del campionato celtico; allo scioglimento della squadra nel 2012 e alla contestuale fondazione delle Zebre, De Marchi entra a far parte della formazione ducale.

Pilone sinistro - 108 presenze

Ritirato

 

Guglielmo Palazzani

Guglielmo Palazzani
Formatosi nelle giovanili del Fiumicello di Brescia, passò al Calvisano nel 2009, esordendo in serie A2 nell'aprile 2010 a Benevento contro i Gladiatori Sanniti.

Nel 2012 divenne campione d'Italia con il Calvisano e vinse anche il Trofeo Eccellenza. Sulla scia di tali successi, fu convocato nell'Italia Emergenti che disputò la Nations Cup.

Già permit player per le Zebre nel 2012-13, a fine stagione passò in pianta stabile nella franchigia parmigiana. Nel 2014 il C.T. dell'Italia Jacques Brunel lo convocò per il Sei Nazioni, anche se il debutto avvenne durante il tour di metà anno nel Pacifico contro Fiji.

Mediano di mischia - 161 presenze

Rugby Calvisano

Dario Chistolini

 Dario Chistolini
Nativo di Kempton Park, nell'allora provincia sudafricana del Transvaal (oggi parte della municipalità di Ekurhuleni, Gauteng), Chistolini si trasferì in Italia, Paese di origine della sua famiglia, nel 2008 a 19 anni per essere ingaggiato dai padovani del Petrarca; con il club veneto Chistolini si laureò campione d'Italia nella stagione 2010-11; a tale data aveva già rappresentato l'Italia a livello di Nazionale A.

Dopo la conquista del titolo nazionale si trasferì in Inghilterra nel Gloucester con un accordo biennale; alla scadenza del contratto Chistolini tornò in Italia per essere ingaggiato dalla neoistituita franchise federale delle Zebre in Pro12.

In occasione del tour del 2014 in Asia e Oceania, il C.T. della Nazionale maggiore Jacques Brunel ha convocato Chistolini tra i giocatori destinati a prendere parte alla spedizione.

Pilone destro - 116 presenze

Petrarca Padova

Oliviero Fabiani

Oliviero Fabiani
Nato a Roma nel 1990, si è formato rugbisticamente tra le giovanili di Primavera e a seguire della S.S. Lazio.

Capitano dell'Italseven, con cui disputò i Sevens Grand Prix Series, giunse alla franchigia delle Zebre dopo 4 stagioni di prima squadra alla Lazio.

Con l'Italia Emergenti disputò la Tbilisi Cup 2015 e, nel corso del Sei Nazioni 2016, esordì con l'Italia maggiore a Dublino contro l'Irlanda.

Tallonatore - 140 presenze

Rugby Colorno

 

George Biagi

George Biagi
Militò nel Grande Milano e a seguire nell'Amatori Milano. Nel 2010 guadagnò il suo primo contratto professionistico entrando nella neonata formazione degli Aironi che si apprestava ad affrontare la Celtic League.

Entrò a far parte delle Zebre nel 2013. Successivamente arrivò l'esordio in Nazionale a 28 anni, nel Sei Nazioni 2014 contro l'Inghilterra. 

Nel luglio 2020 decide di appendere gli scarpini al chiodo dopo sette stagioni alle Zebre, proseguendo tuttavia il proprio percorso professionale all'interno della franchigia, come manager e punto di raccordo tra la Società e l'area tecnico-sportiva. Dopo aver rivestito il ruolo di Rugby Operations Manager, ha assunto l'attuale incarico di Head of Rugby Operations.

Seconda linea -  119 presenze

Ritirato

Giulio Bisegni

Giulio Bisegni
Bisegni si formò rugbisticamente nel Frascati, club della sua città natale. Nel 2011 fu ingaggiato dalla S.S. Lazio con cui disputò tre stagioni in Eccellenza, esordendo il 29 ottobre 2011 a Rovigo.

Nel febbraio 2014 collezionò tre presenze da permit player con le Zebre nel campionato Pro12, trasferendosi definitivamente alla franchigia a partire dalla stagione successiva. 

Selezionato in Nazionale maggiore dal C.T. Jacques Brunel, debuttò il 14 febbraio 2015 a Twickenham durante il match del Sei Nazioni contro l'Inghilterra.

Centro – 118 presenze

Rugby Colorno

Andrea Lovotti

Andrea Lovotti
Formatosi nel Gossolengo, passò dapprima per le giovanili del Calvisano e, a seguire, nelle file dell'Accademia FIR di Tirrenia; all'uscita dal centro di formazione federale, fu ingaggiato dal Livorno con cui debuttò in serie A1 e nella stagione successiva in Eccellenza con i Crociati di Parma.

Tornato a Calvisano nel 2011, conquistò il titolo di campione d'Italia al termine della prima stagione in giallonero. Subito dopo ebbe la sua prima anticamera di maglia azzurra con l'Italia A con cui disputò la Nations Cup, esperienza ripetuta l'anno seguente.

Dopo il secondo scudetto del 2014 con Calvisano fu ingaggiato dalle Zebre, franchigia di Pro12. Nel 2015 il C.T. dell'Italia Jacques Brunel lo convocò alla Coppa del Mondo in Inghilterra.

Pilone sinistro – 116 presenze

Rugby Colorno

Tommaso Boni

Tommaso Boni
Boni cominciò a giocare nel Mogliano, prima di entrare a far parte nel 2011 dell'Accademia nazionale "Ivan Francescato". La stagione successiva debuttò in Eccellenza vincendo il campionato con lo stesso Mogliano. Dopo tre anni di militanza nella squadra veneta, nel 2015 si unì alla franchigia delle Zebre impegnata nel Pro12.

Nel giugno 2016 il C.T. della Nazionale italiana Conor O'Shea lo convocò in occasione del tour delle Americhe e lo schierò in campo nel terzo test match contro il Canada.

Centro – 108 presenze

Zebre Rugby Club



Scopri il giocatore

Carlo Canna

Carlo Canna
Cresciuto rugbisticamente a Benevento, sua città natale, seguendo le orme di suo padre Gerardo, che aveva rappresentato l'Italia a livello giovanile, esordì in serie A nel 2010 con la franchigia dei Gladiatori Sanniti che tuttavia, dopo solo due stagioni, si sciolse nel 2012; si arruolò quindi nella Polizia di Stato ed entrò nella formazione rugbistica del corpo, le Fiamme Oro, neopromosse in Eccellenza.

Miglior realizzatore di punti alla Tbilisi Cup 2015 con l'Italia Emergenti, Canna fu ingaggiato dalla stagione 2015-16 dalle Zebre, pur rimanendo arruolato in Polizia e tesserato delle Fiamme Oro.

Il 22 agosto 2015 giunse l'esordio in Nazionale, primo elemento delle Fiamme Oro a rivestire la maglia azzurra 29 anni dopo l'ultimo in ordine cronologico: Luigi Troiani; a seguire giunse la convocazione per la Coppa del Mondo di rugby 2015 in Inghilterra.

Apertura – 118 presenze

Fiamme Oro Rugby

 

Johan Meyer

Johan Meyer
Meyer comincia a giocare a livello giovanile con i Border Bulldogs, fino ad approdare nel 2012 ai Natal Sharks con cui disputò la Vodacom Cup e con cui collezionò nel 2014 pure cinque presenze in Currie Cup.

Nel 2015 si trasferisce in Italia per giocare con la franchigia delle Zebre impegnata nel Pro12. Completati i tre anni di residenza divenne eleggibile per la nazionale italiana e il C.T. Conor O'Shea lo fece debuttare il 3 novembre 2018 schierandolo titolare nel test match perso 54-7 contro l'Irlanda a Chicago.

Terza linea – 100 presenze

Zebre Rugby Club



Scopri il giocatore
precedente: Statistiche